Quali sono i sintomi e come si cura il Glaucoma?

Il glaucoma è una patologia che riguarda soprattutto pazienti di età avanzata e provoca il deterioramento del nervo ottico, radiazione del diencefalo a cui è deputata la funzione di trasmissione delle informazioni dalla retina dell’occhio al cervello. Una delle cause principali è l’aumento della pressione interna all’occhio, ma anche seppur in maniera minore una riduzione del sangue al nervo ottico
E’ uno dei disturbi ottici più fastidiosi e anche diffusi al mondo, per questo la prevenzione e la cura sono alleati fondamentali che ci possono aiutare a contrastare questa patologia così invalidante.

Però, come prima cosa partiamo dai sintomi che potrebbero far sorgere qualche campanello d’allarme: come prima cosa il principale sintomo del glaucoma è la riduzione del campo visivo. Di solito a subire la riduzione di campo è la visione periferica, ma in determinati casi il glaucoma può affliggere anche il campo visivo centrale, quello superiore o quello inferiore. Le prime difficoltà visive provocate da questa riduzione si possono riscontrare, per esempio, nella lettura, o nella guida di veicoli.

Bisogna poi sapere che i problemi visivi, a differenza della malattia, non su risolvono, ma continuano ad affliggere il paziente per il resto della sua vita. Fondamentale è perciò la prevenzione per cogliere la patologia quando è ancora agli stadi iniziali. Le visite periodiche dallo specialista oculista sono il principale strumento per tenere sotto controllo l’eventuale insorgenza della patologia. Lo specialista sottoporrà il paziente ad una visita attraverso la quale potrà diagnosticare un ipertono oculare, causa del deterioramento del nervo ottico, e l’insorgenza di glaucoma anche quando è ancora agli stadi iniziali e non ha, dunque, ancora provocato disturbi visivi manifesti. Gli esami a cui verrà sottoposto il paziente sono il controllo della pressione dell’occhio, il campo visivo, lo studio delle fibre nervose del nervo ottico con OCT, la misurazione dello spessore corneale e l’esame del nervo ottico.

Una volta che Il glaucoma verrà diagnosticato, si potrà curarlo tramite una terapia farmacologica che prevede la somministrazione di colliri, oppure procedere con il trattamento chirurgico con laser, che è utile per alleviare la pressione del liquido oculare.