Un nuovo studio dimostra gli effetti della caffeina sull’apparato visivo

E’ stato pubblicato su Psychopharmacology uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’ Università di Waterloo in Canada che ha riguardato gli effetti della caffeina sul sistema visivo. I ricercatori hanno svolto lo studio su 21 persone con un’età media di 22,5 anni che non consumavano tanta caffeina. Alcuni dei soggetti dovevano assumere, per due giorni, 4 mg per ogni kilogrammo di peso corporeo di caffeina. I ricercatori misuravano poi il livello di acuità visiva dinamica un’ora prima dell’assunzione della capsula e un’ora dopo. La valutazione avveniva tramite un software di recente sviluppo creato proprio all’Università di Waterloo.

Ciò che è emerso dalla ricerca è che i soggetti che avevano assunto la caffeina mostravano una precisione maggiore per quanto riguarda l’intercettazione dei percorsi di movimento e una velocità più grande nell’intercettare stimoli in movimento più piccoli. Per ricercatori, i risultati hanno mostrato come l’assunzione di caffeina possa influenzare in maniera positiva positivamente l’elaborazione degli stimoli visivi e il processo decisionale a livello cerebrale che ne consegue. Inoltre, sono stati registrati anche effetti positivi sulla velocità del movimento oculare e sulla sensibilità visiva al contrasto, altre caratteristiche collegate all’acuità visiva dinamica.

Secondo Kristine Dalton, una delle ricercatrici dello studio, avere una vista più pronta, dinamica e capace di rispondere agli stimoli esterni in maniera repentina è fondamentale, soprattutto per poter svolgere alcune attività quotidiane come guidare un veicolo, praticare uno sport o l’andare in bicicletta.