I traumi della retina nei bambini: attenzione al pallone

Per i bambini non c’è nulla di più bello che ritrovarsi con i propri amici al parchetto, negli oratori o nei campi e giocare. Solitamente, molti dei giochi vengono fatti attraverso l’uso di un pallone, sia esso da calcio, basket, rugby etc. Bisogna però fare molta attenzione, perché spesso, possono esserci spiacevoli conseguenze per gli occhi dei bambini.

Infatti, i traumi legati allo sport sono una causa diffusa di danno oculare e rappresentano il 40% di tutte le lesioni agli occhi. Per tanto tempo, si è creduto che i palloni non andassero a lesionare la parte interna dell’occhio e che comunque questi infortuni fossero meno frequenti, poiché date le dimensioni delle palle ad esempio da calcio e basket, esse non potessero penetrare all’interno dell’occhio data la presenza delle ossa orbitarie. Tuttavia, diversi studi hanno confermato che i palloni da calcio si deformano notevolmente in seguito agli impatti, arrivando anche a colpire direttamente il globo oculare.  In questi casi, il pallone può causare lesioni importanti, comprese le abrasioni corneali, l’ifema (cioè il sanguinamento nella camera anteriore dell’occhio), l’edema. Inoltre l’impatto traumatico può indurre danni anche al segmento posteriore dell’occhio, quali le rotture retiniche e il distacco della retina, il foro maculare (una condizione in cui si determina un foro al centro della macula, la porzione centrale della retina) e le emorragie coroidali.

 In un recente studio israeliano, pubblicato sull’European Journal of Ophthalmology è stata condotta una ricerca proprio sul rapporto tra i traumi oculari e il gioco del calcio, uno degli sport più popolari del Paese e tra le principali cause di infortuni sportivi. Nello studio sono stati esaminati tutti i casi pediatrici di lesione retinica e trauma oculare diagnosticati in Israele in un periodo lungo dieci anni.

Il 50% dei casi totali è stato considerato grave e il 28% dei pazienti ha presentato lesioni significative, che hanno richiesto un intervento immediato, a causa del distacco della retina. In due casi, addirittura, è stata osservata la perdita totale della vista nell’occhio interessato dal trauma. Nessuno dei bambini esaminati presentava un fattore di rischio per il distacco di retina precedentemente al trauma.

Per questo motivo è fondamentale la prevenzione. Una valutazione oculare approfondita, con l’esame della retina periferica è, quindi, fondamentale, indipendentemente dalla presenza o meno di segni esterni di lesione, preferibilmente senza aspettare troppo tempo in seguito all’infortunio. Fondamentali, potrebbero essere anche le protezioni oculari nei bambini durante le partite di calcio, per ridurre sia l’incidenza che la gravità dei possibili danni oculari.

Quindi, si raccomanda ai genitori, agli insegnanti e in generale a tutti gli adulti di prendere tutte le possibili precauzioni e non sottovalutare mai i rischi correlati alle lesioni e traumi da pallone da calcio nei bambini.