Distacco della retina: cause, sintomi ed intervento

Quando si parla del distacco della retina si intende una patologia a carico dell’occhio molto fastidiosa in quanto comporta il sollevamento dello strato superficiale della retina da quello sottostante. La retina è lo strato oculare più interno ed è costituito a sua volta da due strati. quello più superficiale contiene le cellule specializzate dell’occhio, chiamate fotorecettori, che risultano particolarmente concentrati a livello della macula. I fotorecettori sono importanti perché traducono le immagini in impulsi elettrici trasmettendoli dal nervo ottico al cervello e permettendo l’elaborazione finale del segnale.

Generalmente, di tutte le strutture della retina, lo strato interessato dalla patologia prende il nome di neuro-retina ed è quello superficiale. Le cause alla base di questa patologia poi sono molte e diverse; in particolare può essere causato da:

  • Miopia grave
  • Traumi oculari
  • Distacco posteriore del vitreo
  • Rottura della retina
  • Pregressi interventi chirurgici
  • Malattie come il diabete e quelle infiammatorie.

I sintomi, invece, molto spesso compaiono improvvisamente rischiando di compromettere la qualità della vista del paziente, attraverso lo sviluppo di:

  • Fotopsie o fosfeni, ( lampi di luce negli occhi)
  • Miodesopsie, (campi mobili)
  • visione distorta
  • perdita dell’acuità visiva.

Una volta individuato questo problema, è fondamentale poi intervenire celermente per evitare che il problema possa aggravarsi. In genere, Il trattamento deve necessariamente avvenire entro 48 ore dall’inizio dei sintomi, così da poter scongiurare il rischio di cecità. Per trattare questa patologia esistono oggi delle tecniche microchirurgiche attraverso l’uso del laser, oppure degli interventi chirurgici come la vitrectomia, cioè l’asportazione del corpo vitreo, o ab-esterno, come il cerchiaggio, cioè l’applicazione di una banda di silicone intorno al bulbo oculare. Se viene identificata e trattata in maniera adeguata e precoce il distacco di retina può essere trattato efficacemente garantendo un completo recupero della capacità visiva e solo raramente si osservano complicazioni come una parziale perdita permanente dell’acuità visiva e/o recidive a seguito del trattamento.

E’ importante perciò che ai primi segnali di questo tipo, si intervenga in maniera adeguata; innanzitutto facendo anche visite oculistiche specialistiche e nel caso in cui questa patologia venga identificata, intervenire nel minor tempo possibile.