Alcuni consigli per gli occhi stanchi

Uno dei disturbi più comuni che riguardano la nostra vista sono gli occhi stanchi, un problema spiacevole che spesso insorge quando mettiamo a dura prova la nostra vista. I sintomi sono assai facili da riconoscere: si va dalla fotobia, all’eccessiva lacrimazione, la visione sfuocata e difficoltà a vedere nitidamente gli oggetti fino alla sensazione di bruciore, prurito e/o dolore oculare. A questi, poi, possono aggiungersi anche mal di testa, algia al collo e alle spalle.

A causare questi problemi sono alcuni dei nostri comportamenti quotidiani che ripetiamo abitudinariamente; ad esempio, l’eccessiva esposizione a dispositivi elettronici, quali smartphone, tablet, tv, console per videogiochi e computer gioca un ruolo negativo e può aggravare i sintomi sopra descritti. Tuttavia i problemi possono essere legati anche all’uso di lenti scorrette, l’eccessiva guida, l’insonnia , sforzo della vista in ambienti poco illuminati, carenza di vitamina B12, K e D, disidratazione, patologie oculari, fumo di sigaretta, allergie e aria condizionata.

Quando queste manifestazioni diventano abitudinarie, può instaurarsi la cosiddetta sindrome dell’occhio secco che nel mondo colpisce oltre 350 milioni di persone. In Italia, interessata circa il 25% della popolazione, in particolare le donne con un’età superiore ai 45 anni (50%) e quelle in menopausa (90%). C

Ciononostante è bene ricordare come gli occhi stanchi non rappresentino un grande problema e non destano preoccupazioni enormi. Infatti, i vari dolori e le spiacevoli sensazioni possono essere alleviati mediante esercizi mirati e di facile esecuzione. Ad esempio tramite la “ginnastica per gli occhi”. Chiamata anche visual training, è un metodo davvero efficace per contrastare i fastidiosi sintomi che questo disturbo comporta. Gli esercizi, infatti, devono essere praticati ogni volta che si impiega la vista in sforzi eccessivi. Tra un movimento e l’altro è consigliato strofinare i palmi delle mani e appoggiarli poi sugli occhi, così da favorire la lacrimazione. Oltre a questa particolare ginnastica è bene utilizzare lacrime artificiali che aiutano a mantenere l’occhio umido e idratato. Infine una grossa mano viene anche dall’alimentazione: una dieta bilanciata e ricca di vitamine e cereali, frutta e verdure è sicuramente una grossa alleata.