Gli effetti dell’aria condizionata sugli occhi

L’estate sì sa è il periodo dell’anno durante il quale utilizziamo di più i condizionatori a causa dell’innalzamento delle temperature. L’aria condizionata è perciò una manna dal cielo per sopravvivere alle afose giornate estive, ma forse non tutti sanno che l’eccessivo utilizzo può avere degli effetti negativi per i nostri occhi.

Come riportato da clinica baviera, una delle più importanti aziende oftalmologiche d’Europa, nel nostro paese molte persone sono esposte all’aria condizionata in media per due ore al giorno, e tante altre la utilizzano praticamente tutto il giorno, soprattutto al lavoro. Come accennato precedentemente, ciò non fa bene agli occhi e una delle sindromi più ricorrenti durante l’estate e associata a questo massiccio utilizzo di condizionatori è l’occhio secco. Questa sindrome causa disagi come la sensazione di avere un corpo estraneo o sabbia nell’occhio, bruciore, prurito, rossore e affaticamento degli occhi.

Per evitare questo fastidioso problema, gli esperti di Clinica Baviera hanno dato alcuni consigli. Sembrerà banale, ma il primo passo è ridurre l’utilizzo dell’aria condizionata e usarla in maniera più moderata. Sarebbe utile quindi utilizzare maggiormente i deumidificatori al posto dei condizionatori. Un altro consiglio è quello di evitare l’esposizione diretta a questi apparecchi facendo rinfrescare la stanza. Anche la temperatura sarebbe meglio se fosse compresa tra 24 e 27 gradi; spesso si tende a mettere l’aria condizionata a temperature troppo rigide.

Oltre questi aspetti è importante anche agire su sé stessi, ad esempio facendo riposare per bene gli occhi, utilizzando prodotti che aiutino l’occhio a rimanere umido (con le lacrime artificiali), seguire una dieta sana ed equilibrata che preveda molta acqua, cereali, frutta, verdura e vitamine. Infine cosa molto importante, recarsi da un oftalmologo per fare delle visite di controllo e nel caso di problemi.